Vino di Marino
left right

Il territorio


Panorma Marino La zona di produzione coincide con il territorio comunale di Marino. Distribuite su di esso secondo la tradizione vinicola dell'ambiente e inserite nella caratteristica del paesaggio, le aziende agricole offrono l'opportunità di piacevoli itinerari enoturistici: i borghi caratteristici con le tipiche fraschette di Marino, di Ariccia (con la classica "porchetta"), di Castel Gandolfo (con la residenza estiva del Papa). Nei tempi passati una certa quantità di Vino Marino veniva inviato alla Curia Vescovile di Albano, quale "Vino da Messa" (utilizzato durante la funzione religiosa).

L'ottimo vino di Marino, prodotto su un territorio collinoso, di natura vulcanica, ha il carattere della gente che da secoli lo produce: è sincero e asciutto se lo rispetti, impetuoso e collerico se ne approfitti.

Il Vino Marino nasce da vigne coltivate da tempo immemorabile sulle colline di Roma, a soli 15 km dal Campidoglio e dal Foro Romano.
La zona di produzione delimitata dal Disciplinare comprende:
  • Parte del Comune di Roma
  • Parte di Ciampino
  • Parte di Castel Gandolfo
  • L'intero territorio di Marino
La sua area tocca due Parchi Regionali: quello dell'Appia Antica e quello dei Castelli Romani.

Le condizioni ambientali e di coltura dei vigneti destinati a produrre vini a Denominazione di Origine Controllata "Marino" sono quelle tradizionali della zona e comunque atte a conferire alle uve e ai vini derivanti le specifiche caratteristiche di qualità.